ProNails Italy

Ritorna all'anteprima
polimerizzazione gel

Come evitare che i gel scottino?

Su 21 02 2018 in

 

Come si polimerizzaziono i prodotti gel? Come evitare spicevoli sensazioni di calore? Leggi questo articolo per scoprire tutto ciò che c'è da sapere sulla polimerizzazione! 

 

 

COME SI POLIMERIZZANO I GEL?

I gel LED/UV sono costituiti da un mix di molecole (monomeri e oligomeri) che si legano tra loro, formando delle catene molto lunghe chiamate polimeri, attraverso la reazione chimica conosciuta come polimerizzazione. Queste catene di polimeri continuano ad allacciarsi e legarsi per formare un'unica rete di gel polimerizzato, cioè una struttura tridimensionale di grande resistenza e flessibilità. I fotoiniziatori vengono utilizzati per innescare la reazione di polimerizzazione.

 

CHE COS'E' UN FOTOINIZIATORE?

Un fotoiniziatore è una molecola che permette a un materiale fotopolimerizzabile, gel UV/LED, di polimerizzarsi o “indurirsi” quando viene esposto alla luce di adatta lunghezza d’onda ed intensità. Ci sono diversi tipi di fotoiniziatori che reagiscono a differenti lunghezze d’onda di luce UV o LED. I ProNails LED/UV gels contengono una combinazione di fotoiniziatori che permettono la loro polimerizzazione su lunghezze d’onda sia UV che LED.  

 

perchè il gel scotta?

Nel processo di polimerizzazione quando le molecole aprono i loro doppi legami per collegarsi l’una con l’altra producono energia sotto forma di calore. Questo tipo di reazione viene chiamata esotermica. Più doppi legami vengono aperti, più veloce sarà la reazione e più calore verrà generato.


 

perchè i gel rilasciano piu' calore all'inizio del processo di polimerizzazione? 

La sensazione di calore è maggiore all’inizio del processo di polimerizzazione perché ci sono molteplici doppi legami che in modo massivo collegano le molecole l'una l’altra. Più è lungo il tempo di reazione più tempo viene impiegato per la reazione stessa. Questo avviene perché rimangono sempre meno legami doppi disponibili e risulta più difficile il collegamento con altre catene di polimeri, dato che la maggior parte di esse sono già formate. Questo è il motivo per cui la sensazione di calore
maggiore avviene all’inizio del processo di polimerizzazione, perché la velocità di reazione è al massimo, dato che si creano la maggior parte dei legami.

 

il tempo di polimerizzazione in che modo può influenzare la sensazione di calore?

I gel a LED solitamente polimerizzano 2 volte o 4 volte più velocemente rispetto ai gel UV. Più è breve il tempo di polimerizzazione, più sarà rapida la velocità di reazione, più sarà concentrata la sensazione di calore. Ecco perché i gel LED tipicamente generano più sensazione di calore all’inizio del processo di polimerizzazione rispetto ai gel UV. ProNails riesce a controllare questa sensazione di calore utilizzando le giuste molecole nella formula e la corretta quantità di fotoiniziatori.

 

gel 3-in-1 il picco di calore

Qualsiasi 3-in-1 gel  avrà sempre un picco di calore più alto rispetto al classico gel in 3 fasi. Ciò accade perché questo gel non solo si polimerizza per diventare una base e un costruttore resistenti, ma deve anche essere un lucido ottimo e duraturo. Più il gel è rigido e più è lucido, più ha la necessità di creare legami per raggiungere il risultato richiesto. Più legami si creano più energia viene prodotta.

 

Come la temperatura della stanza influenza la sensazione di calore?

La temperatura all’interno del salone, e nel vasetto stesso, giocano un ruolo importante sulla percezione del calore. Il picco di calore raddoppia con un incremento di 10° della temperatura del gel e della stanza. Questo perché le particelle si muovono più facilmente e rapidamente. Inoltre creano legami più velocemente rilasciando simultaneamente più energia.

come ridurre la sensazione di calore?


Ci sono 5 cose che puoi fare come Nail Stylist per evitare che il gel scotti durante la polimerizzazione.

  1. Utilizzare la lampada corretta dello stesso brand dei gel in possesso. I brand realizzano e sviluppano le proprie lampade per polimerizzare perfettamente i propri gel.
  2. Non limare eccessivamente l'unghia naturale. Spesso la causa principale di una maggior sensazione di calore è l'unghia troppo sottile, che, avendo il letto ungueale danneggiato, risulta essere più sensibile.
  3. Assicurarsi di controllare la temperatura del Salone e dei prodotti. Ogni aumento della temperatura di 10° raddoppierà la velocità di reazione e l’emissione di calore.
  4. Non applicare più prodotto del necessario e lavorare in modo più sottile possibile. Più prodotto viene utilizzato, più la sensazione di calore sarà maggiore. I Nuovi ProNails LED/UV gels sono più automodellanti e richiedono una limatura minima. Ciò permette di utilizzare meno prodotto.
  5. Se ci sono clienti con unghie danneggiate o con un letto ungueale iper-sensibile è possibile ridurre la sensazione di calore applicando strati estremamente sottili, polimerizzando ciascuno strato.


Ritorna all'anteprima